LA FRAGILITÀ DELL’UOMO

La parola di oggi ci aiuta a contemplare il rinnegamento di Pietro. Era un Apostolo appassionato, sinceramente innamorato di Gesù, desideroso di seguirlo fino in fondo ma non aveva fatto i conti con la sua fragilità. Riconoscere le nostre povertà e il bisogno assoluto che abbiamo di Dio e degli altri è il primo passo per rispondere in maniera adeguata al progetto di Dio. Un capo non è un supereroe, è una persona in formazione che conosce i propri limiti e coltiva i propri sogni. Fare educazione significa aiutare le persone a conoscersi, ad amarsi, a progettarsi. Mai come in questi giorni dobbiamo fare i conti con le nostre paure ma possiamo guardare oltre insieme. Pietro non era solo, gli apostoli, le donne, i discepoli e soprattutto Maria erano accanto a lui. Anche noi non siamo soli in questo itinerario di salvezza. Estote parati.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...