Wonder tratta una straordinaria storia di crescita e integrazione;un film sul bullismo e la diversità: l’unica strada è la gentilezza!

Wonder è un film di R.J. Palacio. E’ un racconto che abbraccia diversi argomenti: dal tema delle diversità e dell’inclusione a tematiche quali la famiglia, l’adolescenza, il senso di se.

Il personaggio principale è Auggie Pullman, un bambino di dieci anni, affetto da una malattia congenita dello sviluppo cranio-facciale, la sindrome di Treacher-Collins che comporta displasia otomandibolare bilaterale e simmetrica, senza anomalie della testa e del collo.

Il bambino è stato sottoposto a molti interventi per farlo respirare, vedere e sentire meglio, lasciando però cicatrici indelebili sul suo viso. Auggie se ne andava in giro con un casco da astronauta che gli è stato regalato dalla migliore amica di sua   sorella , Miranda Navas, usava questo casco per nascondere il suo viso e per non essere giudicato per il suo aspetto, immagina cosi’ di essere nello spazio, un posto da lui amato dove potersi rifugiare ogni volta che ne sentiva il bisogno, infatti è un fan di  Star Wars; nel film  ci sono delle vere e proprie apparizioni di Chewbecca, un altro personaggio “diverso” scelto da Auggie come proprio eroe.

Tutto è concentrato sulle emozioni e ansie per l’ingresso di Auggie alle scuole medie, avendo studiato dai cinque ai dieci anni a casa con sua madre. C’è la paura che suscita il diverso, c’è il bullismo e c’è il coraggio di Auggie di affrontare il mondo restando se stesso.

Il ragazzino si trova al centro dell’attenzione anche quando il suo unico desiderio è scomparire; alcuni compagni lo prendono di mira ironizzando sul suo aspetto. Vittima di bullismo, si chiude in se stesso, vivendo in prima persona l’ipocrisia e la cattiveria dei suoi coetanei.

Per fortuna trova sul suo cammino qualche amico, Summer e Jack, che comprendono il suo stato d’animo. Durante una gita i bambini verranno coinvolti con i ragazzi più grandi in una rissa, tenteranno di proteggere Auggie con il quale stringeranno al termine del film una fedele amicizia, mostrando la parte più umana della loro personalità.

Durante la festa di fine anno il preside Tushman decide di premiare Auggie che è diventato un modello da seguire, la cui forza silenziosa ha trascinato la maggior parte dei cuori . Come dice lo scrittore  citato dal preside:

“ Un’opera di bene  può arrivare in forme diverse, la grandezza non risiede nell’essere forti ma nel giusto uso della forza, è il più grande colui la cui grandezza trascina il maggior numero di cuori grazie all’attrazione del proprio”

Mentre saliva sul palco a  Auggie sembrava di galleggiare e il cuore gli batteva  all’impazzata  e non capiva bene perché gli dessero una medaglia, pensava che in fondo aveva solo finito la prima media e camminando rifletteva:” Ma in fondo è proprio questo il punto, forse la verità è che davvero non sono normale, forse se sapessimo quello che pensano gli altri, capiremmo che nessuno è normale e che tutti meritano una standing ovation almeno una volta nella vita: i miei amici…i miei insegnanti…mia sorella per essermi stata sempre accanto, mio padre per averci fatto sempre ridere e mia madre la merita più di tutti per non essersi mai arresa, in niente, soprattutto con me . E’ come l’ultimo precetto che ci ha dato il Signor Brown, siate gentili perché tutti combattono una battaglia dura, e se vuoi davvero vedere come sono le persone, non devi fare altro che guardare…”

Consiglio la visione di questo film a tutti coloro che desiderano scaldarsi il cuore, personalmente mi ha “ scosso ”  l’anima  e mi ha fatto riflettere, ho assistito durante il mio percorso scolastico a  scene di bullismo tra i miei compagni di classe e ho vissuto in prima persona la difficoltà di integrazione con la classe pur non essendo diversa fisicamente, ma interiormente, e allora come dice Summer: ” quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione, o essere gentile, tu scegli di essere gentile!”

 

Serena Moronese

 


2 risposte a "Wonder tratta una straordinaria storia di crescita e integrazione;un film sul bullismo e la diversità: l’unica strada è la gentilezza!"

Rispondi a Angelo Marino Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...